Sostieni i nostri progetti con il tuo contributo!

SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI CON UNA DONAZIONE

mercoledì 4 settembre 2013

W L’Acqua del Sindaco!

L'acqua del rubinetto è buona, è controllata, NON è pericolosa, è più sana di quella in bottiglia, costa meno e NON rischia di rimanere ferma per non so quanto tempo dentro a bottiglie di plastica,
magari in un piazzale assolato o stivata chissà dove.
Ho letto diversi articoli sull'argomento e l'acqua del Sindaco risulta la più controllata, molto di più di quella confezionata.
Sul sito dell'Hera, se volete, avete la possibilità digitare il nome della vostra città e scoprire i valori dell'acqua del vostro rubinetto, per poi magari confrontarla con quella in bottiglia:
Basta il giusto
Vorrei fornirvi alcuni dati, tratti dal libro (che consiglio di leggere) “Basta il giusto (quanto e quando) -lettera a uno studente della società della sufficienza” di Andrea Segré.
Ad esempio, l'acqua del rubinetto ha una bassa Impronta Ecologica (metodo che misura la dimensione del territorio necessario per produrre energia e i materiali consumati) circa 200-300 volte in meno di quella in bottiglia: basti pensare che per produrre una bottiglia di plastica occorre in media il triplo dell'acqua che può contenere.
Noi europei consumiamo 8 volte più acqua di quella che utilizzavano i nostri nonni, eppure oltre 800 milioni di persone, non hanno accesso all'acqua potabile.
Diritto all'Acqua, Diritto alla Vita
Nel 2010 l’ONU ha sancito che l'acqua è un diritto umano indispensabile per il pieno godimento della vita, quale estensione del diritto alla Vita (Dichiarazione Universale dei Diritti Umani).
Referendum Acqua 2011
Ma il paradosso enorme qual è?
27.000.000 di Italiani vanno a votare a favore dell'acqua pubblica e poi?
Poi siamo i campioni del consumo di acqua privatizzata!!!
Questo deve farci riflettere.
In più, è ora di dirlo in modo categorico, BASTA, BASTA, e BASTA  produrre tutti questi rifiuti!!!
Basta acqua in bottiglia!
Non possiamo più permettercelo, bisogna smettere di utilizzare la plastica, che è vero che si può riciclare, ma può essere sostituita in gran parte dal vetro, più sano, lavabile e riutilizzabile e sicuro in quanto non ha scadenza.
Eliminiamo i contenitori di plastica!
Lo sapevate che la plastica SCADE?
E che  a contatto con cibi caldi o freddissimi rilascia sostanze nocive?
E dove finiscono le sostanze nocive disciolte nel cibo o nel liquido che abbiamo messo nel contenitore?
Indovinate!
Ce le mangiamo e beviamo!
Cerchiamo quindi di utilizzare, per la conservazione dei cibi in frigorifero (come facevano le nostre nonne), ciotole coperte con piatti o coperchi.
Tovagliolo porta-insalata
L'insalata, una volta lavata, basta riporla in un canovaccio da cucina e annodarlo: si conserva bene, a lungo e non si formano muffe o marciumi come nel sacchetto di plastica!
Anche l'autoproduzione contribuisce a limitare la produzione di rifiuti: facendo in casa lo yogurt, ad esempio, non si compra quello in vasetto di plastica, poi si riutilizza sempre lo stesso contenitore e lo stesso per passate, marmellate, ecc.
come-conservare-gli-avanzi-in-modo-sicuro-non-sprecare-cibo
Frutta e verdura, se non avete un orto, compratele fresche da un contadino, preferibilmente che utilizzi metodi biologici di coltivazione.
Portate con voi una cassetta di legno o una sporta riciclabile per trasportare i vostri acquisti, si eviterà l'utilizzo di tutti quei sacchettini di plastica dei supermercati, dove di SUPER non c'è proprio nulla!
La frutta e la verdura fresche dureranno di più, anche fuori dal frigorifero.
Cercate di acquistare, se potete, anche tramite un GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) prodotti freschi, biologici e di qualità, perché ricordate: siamo quello che mangiamo!
Per non parlare di tutti i rifiuti che produciamo e finiscono in mare, mettendo a rischio animali d’ogni tipo!
I rifiuti uccidono!
Se avete voglia di approfondire ulteriormente gli argomenti trattati, ecco alcuni link utili:
Questo è un bellissimo filmato da vedere se si vuole conoscere “La storia dell’acqua in bottiglia”:

Nessun commento:

Posta un commento

Post recenti