Sostieni i nostri progetti con il tuo contributo!

SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI CON UNA DONAZIONE

sabato 19 ottobre 2013

Acherontia atropos… ovvero falena sfinge testa di morto

Larva di falena sfinge testa di morto (1)

Spesso rimaniamo incantati davanti a strepitosi documentari che ci mostrano animali d’ogni tipo e ci stupiamo davanti alle infinite sorprese che ci riserva Madre Natura.

Larva di falena sfinge testa di morto (7)

La cosa bella è che possiamo fare incontri incredibili anche senza stare incollati al video o facendo safari spropositati: basta tenere gli occhi ben aperti ed osservare con curiosità il mondo che ci circonda, senza fare troppa strada!

Larva di falena sfinge testa di morto (9)

Queste immagini non arrivano dal National Geographic, ma direttamente dalla mia macchina fotografica (e si tratta di una comunissima digitale compatta, accessibile a tutti!): questa larva spettacolare l’abbiamo trovata sopra una pianta in giardino, mentre si stava tranquillamente saziando di tenere foglioline verdi.

Larva di falena sfinge testa di morto (8)

Ovviamente ha attirato subito la nostra attenzione e ci siamo incuriositi: abbiamo fatto una piccola ricerca per immagini su internet e siamo rimasti veramente di stucco nello scoprire che si tratta della larva della falena sfinge testa di morto, quella sulla locandina del film “Il silenzio degli innocenti”, tanto per intenderci!

Il silenzio degli innocenti

Abbiamo scoperto che è una falena rara da queste parti e si trova difficilmente: sarà un caso, allora, che una sia stata trovata da Colette poco tempo fa e questa sia stata trovata ora da Culotte?

Larva di falena sfinge testa di morto (13)

Tornando a questo bellissimo bruco, il nome scientifico è “Acherontia atropos”: frequenta boscaglie aperte e predilige luoghi secchi e assolati in cui si trovino piante appartenenti tra le altre, alle Verbenaceae, Bignoniaceae, Oleaceae e Solanaceae (specialmente la patata).

Larva di falena sfinge testa di morto (18)

La sfinge testa di morto è l'unica farfalla al mondo capace di produrre un grido con la faringe.

Sia il bruco che l'adulto, quando vengono disturbati o si sentono minacciati, emettono un suono abbastanza forte, simile a un cigolio o allo stridio di un topo: questo sibilo, unito al disegno a forma di teschio presente sulla falena, hanno fatto sì che nelle credenze popolari quest’insetto venisse etichettato come portatore di disgrazie, carestie e pestilenze.

Larva di falena sfinge testa di morto (17)

La sfinge testa di morto di notte frequenta gli alveari, nei quali si nutre del miele prelevato perforando le cellette opercolate con la spiritromba corta e robusta: è talmente ghiotta di miele, che alle volte capita che ne mangi troppo, tanto da rimanere bloccata nell'alveare e finire soffocata da un gruppo compatto di api, che ricoprono il suo cadavere con della propoli per evitare che la decomposizione porti infezioni nell'alveare.

Crisalide

Effettuando quattro mute nel corso di circa venti giorni, la larva cresce fino a una lunghezza di 120–130 mm, poi scava un buco nel terreno e si impupa in un bozzolo molto fragile, lungo 1,5–4,0 cm, situato all'interno di una camera profonda: la crisalide o pupa è liscia, lucida e color mogano tendente al rossastro.

Acherontia_atropos_MHNT

La falena nella sua forma adulta emerge dal terreno dopo una metamorfosi completa che può durare da 20 a 60 giorni.


Fonte:

http://it.wikipedia.org/wiki/Acherontia_atropos


Altre immagini: http://fotocipefotociop.blogspot.it/2013/10/bruchi.html

1 commento:

Post recenti