Sostieni i nostri progetti con il tuo contributo!

SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI CON UNA DONAZIONE

martedì 15 ottobre 2013

La cacca? C'è chi apprezza!

Scarabeo stercorario (2)

LA CACCA? C’E’ CHI L’APPREZZA!

Vi siete mai chiesti cosa raccolga veramente lo scarabeo stercorario?
Certo, lo dice il suo nome... cacca!

Vera, sola e pura... cacca!
Tra l'altro, questo stupendo insetto raccoglie non cacca qualunque, ma cacca FRESCA, freschissima: ne fa una palla, con un impiego di energie spropositate, esposto ad attacchi di numerosi predatori durante la delicata operazione.

Addirittura, ogni specie di stercorario pare sia specializzato nella raccolta di sterco di un determinato mammifero.

Scarabeo stercorario (4)
Io l'ho incontrato sulla spiaggia e ho voluto seguirlo per scoprire i suoi segreti, l'ho filmato e fotografato: vi assicuro che è qualcosa di incredibile!
Il nostro amico raccoglie sterco come riserva di cibo oppure come cibo per allevare la prole.
Crea questa pallottola all'interno della quale la femmina depone un uovo, che durante il suo sviluppo avrà di che mangiare.

Scarabeo stercorario (6)

Poi sotterra il suo bottino, che servirà anche da scorta alimentare: procedimento altrettanto faticoso e complicato!

Mettetevi nei panni di uno scarabeo: è come se dovessimo spingere una sfera di sterco di qualche quintale, del diametro di almeno due metri, facendo leva sulle braccia e usando le gambe per mantenere una traiettoria rettilinea.

Scarabeo
Lo Scarabeus sacer è probabilmente la specie più nota di stercorario; questo insetto era venerato nell'Antico Egitto, era infatti collegato a Khepri, il dio del Sole nascente, che si supponeva creasse il Sole ogni giorno, in modo analogo a quello con cui lo scarabeo crea la pallottola di sterco.

Scarabeo e Via Lattea

E come si orientano nei loro spostamenti notturni?

Veramente sorprendente: pare che seguano la scia luminosa della Via Lattea, quindi sono i primi animali nei quali si riconosce questa capacità di usare il cielo stellato come bussola!

Scarabeo stercorario (3)

Pare addirittura che gli scarabei stercorari contribuiscano, in modo utilissimo, alla riduzione del gas serra prodotto dalle deiezioni degli allevamenti di bovini, grazie al loro lavoro di perforazione (per creare tunnel e tane) degli ammassi di letame, favorendo l'ingresso di ossigeno all'interno dello sterco e distruggendo l'ambiente ANAEROBICO nel quale si sviluppa il METANO.

Scarabeo stercorario (1)

Per cui state attenti, se vi capita di imbattervi in tale insetto, lasciatelo lavorare, osservatelo a distanza e se potete dare una mano a madre natura proteggendolo dai predatori durante il suo tragitto... perché no?
Per una specie in via d’estinzione possiamo anche farlo: è inserito tra le specie particolarmente protette della Legge Regionale 15/2006 “Disposizioni per la tutela della fauna minore in Emilia-Romagna”.


Scarabeo stercorario (5)

Fonti:

Nessun commento:

Posta un commento

Post recenti