Sostieni i nostri progetti con il tuo contributo!

SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI CON UNA DONAZIONE

mercoledì 26 febbraio 2014

AMAP–Associazioni per il mantenimento dell’Agricoltura Contadina

Non sapevo dell'esistenza delle Associazioni per il Mantenimento dell’Agricoltra Contadina (AMAP, Association pour le Maintien de l'Agriculture Paysanne in francese): l'ho scoperto guardando un documentario su RAI 5La terra vista dal cielo”.

Queste associazioni promuovono le aziende locali, il consumo critico, incitano a consumare meglio, senza inquinare e dover sprecare energie per trasportare i prodotti: questo abbatte i costi e, oltre a dare lavoro ai contadini del luogo, contribuisce a produrre alimenti, ortaggi, carni di ottimo livello e cibi sani che aiutano il nostro organismo e NON che lo distruggono!

Esperti della FAO (Food and Agricolture Organization) hanno dimostrato che il nostro pianeta può essere alimentato con cibi BIOLOGICI, è possibile: è possibile produrre cibo per tutti senza utilizzare pesticidi e senza la grande distribuzione.

Cerchiamo di farci un esame di coscienza, CONSUMIAMO MEGLIO, ce lo dobbiamo imporre: invece di mangiare cane malata e scadente tutti i giorni, mangiamola solo 1 o 2 volte a settimana, ma mangiamola sana!

OrtoLà - 25 settembre 2013 (84)

Rinunciamo alle pesche e alle fragole in inverno:  i frutti mangiati nella loro stagione sono ricchi di sostanze che NON  POSSONO avere maturando nei frigo o essendo prodotti in una serra dove i raggi del sole sono sostituiti da una lampada (guardate qui: http://www.botanicaurbana.com/2011/01/26/come-scegliere-la-lampada/).


Ecco come funzionano le AMAP.

L’associazione riunisce un gruppo di consumatori e un gruppo di agricoltori locali dove, tramite un contratto, ogni consumatore acquista all’inizio di ogni stagione (primavera/estate e autunno/inverno) una quota della produzione che viene consegnata regolarmente per un costo costante.

Raccolta delle patate all'OrtoLà - agosto 2013 (6)

Il prezzo del paniere ha un prezzo equo: permette al produttore di coprire i suoi costi di produzione e guadagnare un reddito decente, pur essendo accessibile da parte del consumatore.

Il produttore s’impegna a fornire prodotti di qualità nel rispetto della Carta di AMAP.

Raccolta delle patate all'OrtoLà - agosto 2013 (1)

Nato in Giappone, esteso a Stati Uniti e Canada, arrivato in Francia, oggi il concetto AMAP si è ampiamente allargato: oggi, a Parigi, per ogni arrondissement (ve ne sono 20) troviamo 57 AMAP a cui ogni consumatore può appoggiarsi per avere un comportamento responsabile sulla propria salute nel rispetto dell’ambiente.

E' possibile, è l'unica strada... non aspettiamo che siano i politici a dirci cosa dobbiamo fare!

Intanto ripensiamo al nostro modo di consumare, il primo passo è sempre la consapevolezza!


Per approfondire:

Nessun commento:

Posta un commento

Post recenti