Sostieni i nostri progetti con il tuo contributo!

SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI CON UNA DONAZIONE

martedì 25 febbraio 2014

Cosa vogliamo essere?

C’è un mondo là fuori che ci vuole togliere la freschezza, lo stupore, l’ingenuità e la voglia di vivere, ci vogliono tutti omologati, ci danno un nome, un’etichetta, un prezzo, ci dicono cosa dobbiamo fare, che lavoro dobbiamo svolgere, che persone possiamo amare, che idee dobbiamo avere.

Tutto strutturato, preconfezionato, stabilito da un ordine di massa che ci vuole produttori e consumatori, altrimenti non valiamo nulla sul mercato di carne che muove questo sistema incancrenito sul potere e sul denaro, per garantire gli interessi dei burattinai e scarnificare le marionette.

Non sopporto sentirmi dire cosa devo fare, figuriamoci se posso sopportare di sentirmi dire chi devo essere: per questo non abbasserò mai la guardia, risponderò fiera ad ogni sopruso, sia esso verso di me o verso qualcun altro, perché se anche ad una sola persona vengono calpestati i diritti fondamentali, dobbiamo sentirci tutti calpestati assieme a questa persona, altrimenti saremo complici e non avremo scuse quando la nostra coscienza ci presenterà il conto.

Che si interroghino i portatori di santità, coloro che riempiono le messe domenicali, quelli pieni di certezze assolute e di schemi prestabiliti: quali sono le cose importanti per cui lottare, l’essenziale che ci fa sentire vivi, ciò che ci rende simili ma diversi gli uni dagli altri?

Siamo portatori di una ricchezza infinita, dobbiamo solo guardare dentro di noi, liberarci dalle catene che ci hanno messo nel cuore e nel cervello, fare pace con noi stessi e credere di più nelle nostre capacità, contornarci di Amicizia, di Amore, di Bellezza, quella vera, non quella effimera e vanesia che ci hanno insegnato ad inseguire per sentirci eterni.

Cominciamo ad accorgerci del nostro respiro, del fremito delle foglie, dei petali delicati dei fiori quando li accarezziamo, occupiamoci di persone vere, lasciamo da parte le finte vite nei finti monitor, diventiamo protagonisti della nostra vita, perché ne abbiamo solo una e la dobbiamo amare per forza.

Viviamo ogni giorno come fosse l’ultimo davvero, non diamo nulla per scontato, stupiamoci ogni istante e amiamo ciò che siamo di un amore vero, sincero, che ci consentirà di riconoscerci in questo mare di opportunismo scontato e crudele.

Nessun commento:

Posta un commento

Post recenti