Sostieni i nostri progetti con il tuo contributo!

SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI CON UNA DONAZIONE

domenica 13 luglio 2014

Troppe parole e troppi pochi fatti

Campagna per la campagna


Dalla “Campagna per la Campagna” del WWF 1988

“Nel 1988 l’agricoltura era ancora caratterizzata da una gestione condizionata dalla vecchia Politica Agricola Comunitaria (PAC) che metteva al centro la produzione stressando la produttività dei terreni con la chimica di sintesi, favorendo le monoculture e una meccanizzazione spinta che appiattiva il paesaggio e demoliva la biodiversità degli agroecosistemi.

In questa forma l’agricoltura rappresentava senza dubbi una minaccia per la conservazione della biodiversità e il WWF individuò subito una possibile strategia per uscire da una crisi ambientale che aveva conseguenze devastanti sul paesaggio, sulle specie legate agli ambienti agricoli, sulle risorse naturali prime fra tutte l’acqua e il suolo e, certamente non meno importante, sulla salute umana.
La “Campagna per la Campagna
” poneva quindi con forza all’attenzione dell’opinione pubblica l’esigenza di una svolta nella gestione dell’agricoltura che anticipava di oltre un decennio la riforma della PAC da parte dell’Unione Europea.”

... COSA E' CAMBIATO DA ALLORA?

Quanto si dovrà ancora lottare?

WWF-logo-93D7960C39-seeklogo.com

Per fortuna ci sono associazioni come il WWF e volontari che non molleranno MAI e che si batteranno per sempre sperando che le cose cambino!


Una bella mela rossa può spedirti nella fossa

Ecco cosa ci diceva il WWF nella campagna contro gli anticrittogamici e i pesticidi:

“UNA MELA BELLA ROSSA, PUO' SPEDIRTI NELLA FOSSA”.

“Che ne direste se il vostro medico
ordinasse di cominciare da oggi a prendere medicine per ognuna delle 1000 malattie che potreste contrarre?

Sembra assurdo, eppure è esattamente questo che i moderni agricoltori fanno
con frutta e verdura.

Insetticidi, anticrittogamici, erbicidi...

Una mela subisce fino a 52 trattamenti con VELENI di ogni tipo prima di finire sul banco del mercato.

Studi sempre più accurati dimostrano come i veleni, che rimangono a contaminare la polpa dei frutti, sono causa di un numero crescente di TUMORI e MUTAZIONI GENETICHE.

Per difenderci da tutto questo dobbiamo imparare a scegliere frutta e verdura prodotte con tecniche organiche, SENZA uso di pesticidi e veleni vari.

Sempre più numerosi sono i punti vendita di questi prodotti ora reperibili nelle nostre città.

Il WWF è impegnato a promuovere e diffondere l'agricoltura organica e una legge che permetta al consumatore di scegliere con sicurezza prodotti naturali.”

“LA SCELTA PER L'AGRICOLTURA ORGANICA E' UNA SCELTA PER L'AMBIENTE E LA
NOSTRA SALUTE.”

Verdure dell'OrtoLà

Quindi cercate di acquistare cibi BIOLOGICI: anche i mercati non è detto che vendano prodotti naturali, chiedete al contadino, informatevi, diffidate di prodotti troppo belli e lucidi.

Spesso si va dal contadino pensando di trovare un prodotto SANO, invece non è così.

Purtroppo in agricoltura c'è ancora tantissima ignoranza e prima di scardinare le vecchie credenze e le vecchie convinzioni, dovremo lottare ancora tanto.

Affidatevi ai GAS o, se potete, fatevi un orticello.

Non è difficile, basta crederci e dedicare un po' di tempo al nostro cibo: ricordiamoci che siamo ciò che mangiamo...

Coltivare, che passione!

Ogni spicciolo investito nell'alimentazione è un capitale risparmiato sulla salute!!!

W l'orto!

Nessun commento:

Posta un commento

Post recenti